Comune di Viterbo

Turismo, boom di presenze in città. Il sindaco Arena: "Incremento presenze del 6% per le strutture termali. La tassa di soggiorno? Tra le più basse d'Italia"

Viterbo fa il pieno di turisti. A capodanno e per l'intero periodo festivo. Tutto esaurito o quasi nelle strutture ricettive della città. +4% rispetto allo stesso periodo del 2017. Incremento del 6% per il turismo termale. Un trend positivo che riguarda tutte le vacanze natalizie. "A pochi giorni dalla presentazione dei dati di Federalberghi Roma che vedevano la nostra città insieme a Roma e Terminillo con il maggior incremento turistico del Lazio - ha sottolineato il sindaco Giovanni Maria Arena - Viterbo continua a essere la meta preferita di migliaia di turisti. Italiani e non. Turisti che, nella settimana a cavallo tra Natale e capodanno, hanno fatto registrare un incremento del 4% rispetto allo scorso anno. Un incremento che è quasi il doppio rispetto a quello registrato nella Capitale. Aumenta anche il tempo di permanenza in città. All'apprezzato e gradito connubio arte e gastronomia si aggiunge il termalismo, che raggiunge un incremento del 6%. Dati costanti fino alla Befana. Sono dati che confermano Viterbo come città turistica - aggiunge Arena - che vuole crescere. Nell'accoglienza e nella qualità dei servizi forniti ai visitatori". E a proposito di servizi, il sindaco si sofferma sulla tassa di soggiorno. "In questi giorni abbiamo approvato la nuova tassa di soggiorno. C'è stato un aumento, ma rimane comunque tra le più basse d'Italia. Ai gruppi, da venti persone in poi, sarà comunque garantito il 50% di sconto. Proporrò di rivedere anche l'apposito regolamento comunale. I maggiori introiti inoltre - aggiunge e conclude il sindaco Arena - saranno reinvestiti per la promozione e il miglioramento dell'offerta turistica nella nostra città".