Comune di Viterbo

Pubblicità

In questa sezione è possibile consultare le informazioni relative all'Imposta comunale sulla Pubblicità

 

Autorizzazioni e permessi necessari per lo svolgimento dell'attività pubblicitaria
Autorizzazioni per lo svolgimento dell'attività pubblicitaria:
Chiunque intende effettuare un'attività pubblicitaria nell'ambito del territorio comunale, anche temporaneamente, deve essere preventivamente autorizzato.
Le Autorizzazioni vengono rilasciate dal Settore Tributi e devono essere richieste sia per lo svolgimento di attività pubblicitarie a carattere Permanente, ossia svolte con l'impiego di impianti stabilmente fissati alle pareti o al suolo, sia a carattere Temporaneo, ossia svolte con mezzi non stabilmente fissati al suolo o alle pareti per un periodo non superiore a tre mesi all'anno.
Nel caso di svolgimento di un'attività pubblicitaria Permanente, ossia effettuata con l'utilizzo di impianti stabilmente fissati al suolo o alle pareti, contestualmente all'Autorizzazione per lo svolgimento dell'attività pubblicitaria viene rilasciato anche il Permesso per l'installazione dell'impianto stesso.

Come richiedere un'Autorizzazione:

AUTORIZZAZIONE PER ATTIVITA' PUBBLICITARIA TEMPORANEA
E' necessario presentare un'apposita istanza in bollo, utilizzando il Modulo disponibile al seguente link ed allegare una fotografia o il disegno del mezzo pubblicitario. La domanda dovrà contenere: le generalità del richiedente, l'esatta individuazione delle zone in cui il mezzo verrà esposto, la descrizione del messaggio pubblicitario, la quantità e misure dei mezzi utilizzati e se tale esposizione comporta anche l'occupazione di suolo e soprassuolo pubblico. In questo ultimo caso dovrà essere presentata una richiesta di occupazione di suolo pubblico direttamente al Settore Cultura,Turismo, Sport, Sviluppo ed Interventi Economici - Via Garbini n. 84 La domanda dovrà essere presentata almeno dieci giorni prima dell'effettuazione della pubblicità o direttamente presso il Comune di Viterbo - Ufficio protocollo indirizzata al Settore Tributi, oppure inviata per posta al seguente indirizzo: Comune di Viterbo - Settore Tributi - Ufficio Pubblicità - Via Ascenzi n. 1 - 01100 Viterbo.

AUTORIZZAZIONE PER ATTIVITA' PUBBLICITARIA PERMANENTE
E' necessario presentare un'apposita istanza in bollo, utilizzando il Modulo disponibile al seguente link ed allegare la seguente documentazione in originale e quattro copie:
A) Disegno con le esatte misure del mezzo pubblicitario stesso, del materiale con il quale viene realizzato ed istallato, ed i colori usati.
B) Una planimetria con indicata la posizione nella quale si intende collocare il mezzo pubblicitario.
C) Foto della zona in cui verrà installato il mezzo pubblicitario con l'indicazione precisa del punto di collocazione.
D) Nulla osta tecnico del proprietario della strada o dell'area se la stessa non è comunale.
E) Nulla osta della Sovrintendenza dei beni AA. CC. nei casi previsti alla legge.
F) Solo per i cartelli ed altri mezzi pubblicitari, una relazione rilasciata da un tecnico abilitato con la quale si dichiara che il mezzo pubblicitario che si intende collocare e i suoi sostegni sono calcolati, realizzati e posti in opera in modo di garantire sia la stabilità sia la conformità alle norme previste a tutela della circolazione di veicoli e persone, con assunzione di ogni conseguente responsabilità.

Per i permessi ad installare sui portoni di ingresso degli stabili targhe pubblicizzanti studi medici, studi legali, studi notarili, studi tecnici, etc. o società di assicurazioni, agenzie turistiche, agenzie immobiliari, etc., il soggetto richiedente dovrà preventivamente acquisire l'eventuale nulla osta dell'ordine professionale di appartenenza, e il parere favorevole del condominio.

L'intera documentazione potrà essere presentata direttamente presso lo sportello dell'Ufficio Pubblicità oppure inviandola per posta al seguente indirizzo:
Comune di Viterbo - Settore Tributi - Ufficio Pubblicità - Via Ascenzi n. 1 - 01100 Viterbo.  

Dichiarazioni ai fini dell'imposta Comunale sulla Pubblicità
Dopo aver ottenuto le autorizzazioni previste dall'art. 11 del Regolamento di disciplina dell'Imposta sulla Pubblicità, il soggetto interessato prima di intraprendere l'attività pubblicitaria deve presentare al Settore Tributi la Dichiarazione disponibile al seguente link ai fini del pagamento dell'Imposta stessa.

Nella Dichiarazione devono essere indicate le caratteristiche, la durata della pubblicità e l'ubicazione dei mezzi pubblicitari utilizzati.

La Dichiarazione sulla Pubblicità ha effetto anche per gli anni successivi, salvo che si verifichino variazioni dei mezzi pubblicitari.

Per quanto riguarda le modalità di presentazione della Dichiarazione si rinvia all'art. 22 del Regolamento di disciplina e all'art. 8 del D.Lgs. n. 507 del 15 novembre 1993.

Pagamenti
Come pagare:

Il pagamento dell'Imposta sulla Pubblicità, sia temporanea che permanente, deve essere effettuato mediante versamento sul conto corrente postale n. 10122018 intestato a Comune di Viterbo - Imposta Comunale sulla Pubblicità, utilizzando i bollettini già predisposti e disponibili presso l'ufficio.

Quando pagare:

Nel caso di pubblicità permanente il pagamento deve essere effettuato entro il 31 gennaio di ogni anno. In questo caso l'ufficio, al fine di agevolare il pagamento, provvede ad inviare i bollettini di conto corrente postale direttamente al domicilio del contribuente. L'eventuale mancato ricevimento del bollettino non esime comunque il contribuente dal pagamento dell'imposta dovuta.
Qualora l'importo annuale da versare sia superiore a Euro 1.549,37, il pagamento potrà essere effettuato in quattro rate trimestrali di pari importo con le seguenti scadenze: 31 gennaio - 31 marzo - 30 giugno - 30 settembre.

Nel caso di pubblicità temporanea non superiore a tre mesi, il pagamento dovrà essere effettuato, sempre tramite bollettino di conto corrente postale, contestualmente alla presentazione della Dichiarazione di inizio pubblicità.

Le tariffe sono consultabili nella sezione "Allegati".

Riduzioni ed esenzioni
I casi di riduzioni ed esenzioni dal pagamento dell'imposta sulla pubblicità sono espressamente riportati negli artt. 32 e 33 del Regolamento di disciplina cui si rinvia, nonché dagli artt. 16 e 17 del D.Lgs. n. 507 del 15 novembre 1993.
Cessazioni e rimborsi
Cessazioni:

Nel caso di interruzione, anche parziale, dello svolgimento dell'attività pubblicitaria è necessario presentare apposita denuncia di cessazione al Settore Tributi.
La denuncia di cessazione, redatta sull'apposito modello disponibile sul sito, dovrà essere presentata entro e non oltre il 31 gennaio successivo alla data di avvenuta cessazione.

Rimborsi:

In caso di versamento errato o non dovuto, il contribuente dovrà inoltrare richiesta di istanza di rimborso entro il termine di due anni dalla data di avvenuto pagamento.
L'istanza dovrà essere indirizzata al Settore Tributi ed Entrate Patrimoniali - Ufficio Pubblicità.  

Normativa
La normativa di riferimento è consultabile nella sezione "Allegati".
Piano Generale degli impianti Pubblicitari
l Piano Generale degli Impianti Pubblicitari è uno strumento che stabilisce le modalità di svolgimento dell'attività pubblicitaria permanente, fissandone e limiti e stabilendo le modalità di effettuazione.
Individua in generale le quantità di superficie da destinare all'impiantistica pubblicitaria, disciplinandone la distribuzione sul territorio comunale con particolare riguardo alle esigenze di carattere sociale, alla concentrazione demografica ed economica, nonché alla tutela ambientale, paesaggistica e della circolazione.