Comune di Viterbo

In attuazione della vigente disciplina in materia, il Prefetto della Provincia di Viterbo, ha emanato il Piano di emergenza del rischio ambientale nel territorio comunale, legato alla presenza dello stabilimento della Ditta TOTALGAZ Italia s.r.l., sito in Viterbo S.S. Cassia Nord km. 86,500, il piano stesso, come previsto dalla normativa citata, è attualmente sottoposto a revisione per il periodico aggiornamento.

mappa ditta TOTALGAZ 

 STABILIMENTO TOTALGAZ ITALIA srl di Viterbo

Stoccaggio e movimentazione prodotti GPL (Gas di Petrolio Liquefatto), nella forma sfusa o imbottigliata in bombole, destinati alla distribuzione sul territorio, per l'approvvigionamento del mercato sia civile che industriale.

La ricezione e la spedizione del prodotto avviene tramite autobotti (sfuso) e camion cassonati (bombole).

Lo stoccaggio e le operazioni di movimentazione del prodotto vengono effettuate a temperatura ambiente ed a pressione variante fra i 10 ed i 18 bar

MANUALE DI INFORMAZIONE
E
GESTIONE
DEL RISCHIO AMBIENTALE (ANNO 2012)

STABILIMENTO TOTALGAZ
Strada Cassia Nord Km. 86,500



Vie e Strade interessate:
• S.S. Cassia Nord dal Km. 86 al Km. 86,800
• Via della Chimica (ex Strada Rinaldone)
• S.S. Cassia Nord n. 34
• Piazza d’Armi
• Via dell’Industria
• Strada Piazza d’Armi

 

PRESENTAZIONE
Il Piano, secondo le specifiche competenze, prevede l’intervento di tutti gli organi di sanità, di protezione civile, di polizia, al fine di ridurre al minimo ogni qualsivoglia pericolo o danno per la popolazione.
Nell’ipotesi in cui detto Piano debba essere attivato, si raccomanda sin da ora la popolazione di evitare comportamenti che possano determinare ingiustificato allarme o panico.
Chiunque desideri avere notizie più approfondite sul contenuto del Piano in questione, potrà recarsi presso gli uffici della Polizia Locale, negli orari di apertura al pubblico. (tel. 0761 228383 o 0761 348549)

INFORMAZIONI E NORME COMPORTAMENTALI
PER TUTTE LE LIMITROFE ATTIVITA’ IMPRENDITORIALI
Tutte le attività imprenditoriali che ricadono all’interno dell’area a rischio dovranno provvedere ad adeguare i propri piani di emergenza interni, nonché la relativa segnaletica direzionale, secondo le vigenti disposizioni di legge.

INFORMAZIONI E NORME COMPORTAMENTALI
PER LA POPOLAZIONE
IL PIANO DI INFORMAZIONE:
Consente di informare e comunicare con la cittadinanza del Comune di Viterbo
E’ predisposto per avvisare la popolazione sulle situazioni di pericolo e sulle norme di comportamento in caso di emergenza, ed è articolato su un’informazione preventiva e su informazioni sulle emergenza
Segue le disposizioni delle direttive Comunitarie recepite dal nostro Ordinamento Giuridico e le indicazioni delle linee guida del Dipartimento di Protezione Civile e del Ministero degli Interni.

IL CENTRO D’INFORMAZIONE:
Si avvale delle strutture interne al Comune di Viterbo (Comando Polizia Locale, Settore LL.PP., Ufficio Stampa) per:
• comunicazioni interne su maglia radio UHF
• impianti di diffusione mobile, su auto di Polizia Locale
• comunicazioni telefoniche su linee fisse
• comunicazioni telefoniche su rete cellulare
• comunicazioni via e-mail
• comunicazioni a mezzo sms (per utenti registrati)
• comunicazioni via fax
• comunicati stampa divulgati attraverso i locali organi di informazione: radio, TV e quotidiani on line e attraverso i principali social network (Facebook e Twitter)
• comunicati stampa su siti istituzionali (www.comune.viterbo.it - www.prefettura.it/viterbo)

L’INFORMATIVA PREVENTIVA
E’ costituita da un complesso di azioni teso ad informare preventivamente la popolazione in ordine:
• all’attività dell’azienda
• alle possibili situazioni di emergenza
• al contenuto del Piano di Emergenza Esterna
• ai comportamenti da tenere nel corso delle emergenze

L’informativa preventiva comprende:
• una lettera ed un pieghevole informativo da inviare ai capifamiglia ed alle attività economiche che ricadono all’interno della zona delimitata
• eventuali esercitazioni.

PREALLARME/ALLARME
IN ORARIO DI SERVIZIO OVVERO D’UFFICIO
Comunicazione telefonica alla Polizia Locale che può ricevere la comunicazione al n. 0761228383.
FUORI DELL’ORARIO DI SERVIZIO OVVERO D’UFFICIO
La comunicazione arriverà tramite i consueti canali (VV.F., organi di Polizia di Stato, Croce Rossa ecc.) ed attiverà a mezzo rete telefonica fissa o cellulare, il servizio di reperibilità e l’Ufficio Stampa.

PARTE OPERATIVA
Ricevuta la comunicazione di preallarme/allarme la P.L. provvederà:
• a dare immediata comunicazione al Sindaco
• a dare comunicazione del PREALLARME a tutti gli insediamenti produttivi ed abitativi ricadenti nella zona delimitata
• a verificare e a tenere costantemente aggiornato lo stato dell’emergenza
• a diramare eventuali messaggi di preallarme a mezzo di emittenti radio e televisive locali

SCHEMA OPERATIVO

MESSAGGIO N. 1 “PREALLARME”
“Sirena continua”
ATTENZIONE: COMUNICAZIONE D’EMERGENZA A CURA DEL COMUNE DI VITERBO
A seguito di un evento incidentale verificatosi presso lo stabilimento TOTALGAZ ITALIA srl di Viterbo, si invita la popolazione a prestare attenzione alle seguenti informazioni:
• Si esclude per il momento che l’evento possa arrecare danni alla salute dei cittadini residenti in vicinanza dell’incidente
• Al fine di agevolare l’intervento dei mezzi di soccorso si invita a non intralciare le operazioni e a lasciare libere le vie di accesso
• Prepararsi per l’adozione di comportamenti consigliati in caso del messaggio di “ALLARME” n. 2
• Le autorità competenti seguono con attenzione l’evolversi della situazione
Si invita a mantenere la calma e a non sovraccaricare le linee telefoniche, rimanendo sintonizzati sulle stazioni radio o televisive locali con apparecchi a batteria, prestando attenzione ai messaggi diramati dalle fonti ufficiali

MESSAGGIO N. 2 “ALLARME”
“Sirena continua di maggiore intensità”
ATTENZIONE: COMUNICAZIONE D’EMERGENZA A CURA DEL COMUNE DI VITERBO.
Si è verificato un evento incidentale presso lo stabilimento TOTALGAZ ITALIA srl. Si invita la popolazione a mantenere la calma e a prestare attenzione alle seguenti informazioni:
• Al fine di agevolare l’intervento dei mezzi di soccorso si invita a non intralciare le operazioni e a lasciare libere le vie di accesso
• Le autorità competenti seguono con attenzione l’evolversi della situazione
• Si invita a non telefonare per non sovraccaricare le linee telefoniche rimanendo sintonizzati sulle stazioni radio prestando attenzione ai messaggi diramati dalle fonti ufficiali.
COMPORTAMENTI CONSIGLIATI
1. non restare all’aperto, ma rifugiarsi subito al chiuso in locale più idoneo possibile, disattivando tutti gli impianti elettrici, tenendo presente che le caratteristiche che ne migliorano l’idoneità sono:
la presenza di poche aperture
l’ubicazione dal lato dell’edificio opposto allo stabilimento
la disponibilità d’acqua
2. chiudere subito tutte le porte esterne, le finestre, le serrande, le valvole delle canne fumarie ecc, al fine di evitare che all’interno del locale si possano formare, a seguito del rilascio di GPL, riconoscibile in quanto a seguito dell’aggiunta di miscelanti odora di uova marce e cipolla, atmosfere pericolose che potrebbero produrre effetti esplosivi in caso di accensione di una sorgente di energia, sigarette ecc.
3. tenersi a distanza dalle superfici vetrate
4. avere la disponibilità di nastri adesivi, stracci o altro materiale idoneo per tamponare eventualmente le fessure degli stipiti delle finestre, delle porte ecc.
5. non fare uso di ascensori
6. mantenersi sintonizzati, mediate TV/Radio a batteria, sulle stazioni emittenti eventualmente indicate dalle Autorità, ovvero prestare attenzione ai messaggi inviati mediante altoparlanti
7. limitare l’uso del telefono, al fine di lasciare libere le linee telefoniche per eventuali comunicazioni di emergenza
8. fermare i sistemi di ventilazione o condizionamento, siano o no centralizzati
9. spegnere i sistemi di riscaldamento e le fiamme libere
10. non mettere in moto automezzi o altri motori a scoppio, compresi generatori elettrici ad avviamento automatico
11. non provocare scintille. Non compiere manovre elettriche di alcun tipo
12. se si è a bordo di automezzi, allontanarsi subito dalle zone di pianificazione
13. se si avvertono odori pungenti o senso di irritazione, proteggere gli occhi e le vie respiratorie con panni bagnati.
E’ importante comunque mantenere la calma in ogni momento, senza farsi prendere dal panico con il rischio di trasmetterlo anche agli altri, incidendo quindi negativamente anche sull’organizzazione dei soccorsi e, nel momento del cessato allarme, al ripristino della normalità.

MESSAGGIO N. 3 “CESSATO ALLARME”
“Sirena tacitata – Silenzio”
ATTENZIONE: ATTENDERE COMUNICAZIONE DI CESSATA EMERGENZA A CURA DEL COMUNE DI VITERBO
A seguito dell’evento incidentale verificatosi presso lo stabilimento TOTALGAZ ITALIA srl di Viterbo, il Prefetto della Provincia di Viterbo, sentite le Autorità competenti, comunica la fine delle misure protettive e cautelari intraprese nel corso dell’emergenza.
La popolazione pertanto, è invitata a ritornare alle normali attività, rimanendo vigile e ponendo in essere tutte le precauzioni rivolte a proteggersi da eventuali pericoli conseguenti l’evento incidente.
COMPORTAMENTI CONSIGLIATI
1. porre particolare attenzione nel riaccedere ai locali, particolarmente quelli interrati o seminterrati (cantine, autorimesse, tavernette, ecc) perché possono esservi ristagni di vapori di GPL
2. non compiere manovre elettriche di alcun tipo
3. non accendere candele e/o fornelli, sigarette, ecc.
4. aprire tutte le finestre e le porte per aerare i locali interni ed uscire dall’edificio fino a totale ricambio dell’aria
5. fare attenzione, in caso di esplosione e/o incendio, all’eventuale crollo e/o lesioni di parti di edifici e/o strutture, richiedendo agli Enti competenti, appena possibile, opportune verifiche statiche.


Aggiornamenti e informazioni su:
www.comune.viterbo.it
www.prefettura.it/viterbo
Radio Verde Stereo – 93.500 – 103.90
Il Piano di emergenza è consultabile sui siti istituzionali del Comune e della Prefettura di Viterbo